Clicca qui per tornare alla Home Page

Accedi On Line al Tuo Patrimonio

Non hai ancora i codici? Richiedili ora!
Hai appena ricevuto i codici? Attivali ora!

MISURE DI SOSTEGNO ADOTTATE PER IMPRESE PMI, LAVORATORI AUTONOMI, PROFESSIONISTI

Decreto Legge 8 aprile 2020, n. 23 (c.d "Decreto Liquidità") modificato dalla Legge di conversione n. 40 del 06/06/2020 - Accesso al Credito con intervento di garanzia da parte del Fondo Centrale di Garanzia PMI


Imprese o liberi professionisti clienti BPA con un numero di dipendenti non superiore a 499

CARATTERISTICHE DEI FINANZIAMENTI

  • Finanziamento massimo euro 30.000 ed in ogni caso non superiore al:
    • 25% dei ricavi del 2019
    • Il doppio della spesa salariale annua (compresi gli oneri sociali e il costo del personale che lavora nel sito dell’impresa ma che figura formalmente nel libro paga dei subcontraenti) per il 2019. Nel caso di imprese costituite a partire dal 1° gennaio 2019, l’importo massimo del finanziamento non può superare i costi salariali previsti per i primi due anni di attività.
      I ricavi e la spesa salariale devono essere conteggiati sulla base del bilancio depositato o dichiarazione fiscale presentata al 31/12/2019 oppure se non presenti, sulla base di autocertificazione
  • Durata massima complessiva 120 mesi
  • Preammortamento fisso di 24 mesi
  • Garanzia Fondo Centrale pari al 100% (gratuita)
  • Tasso debitore fisso: 0,64% per durate entro i 78 mesi e 0,88% per durate superiori

Per i finanziamenti già concessi fino alla data di entrata in vigore della legge di conversione del DL liquidità, i soggetti beneficiari possono chiedere, con riguardo all'importo finanziato e alla durata, l'adeguamento del finanziamento alle nuove condizioni introdotte dalla legge di conversione del decreto.



DOCUMENTAZIONE MINIMA DA PRODURRE



PMI e titolari di P.IVA con fatturato o volume di affari inferiore o uguale ad euro 3.200.000

CARATTERISTICHE DEI FINANZIAMENTI

  • Finanziamento massimo euro 800.000 ed in ogni caso non superiore al:
    1. 25% del fatturato o del volume di affari risultanti nell’esercizio contabile 2019 rilevabile da:
      • Bilancio 2019 depositato in CCIAA
      • Dichiarazione dei redditi trasmessa all’Agenzia delle Entrate
      ovvero, qualora i precedenti non fossero ancora disponibili
      • Bilancio 2019 approvato ma non ancora depositato in CCIAA
      • Dichiarazione dei redditi con dichiarazione di impegno alla trasmissione da parte del soggetto a cui è stato conferito l'incarico per la predisposizione della dichiarazione, ma non ancora trasmessa all'Agenzia delle Entrate;
      • Prospetto contabile timbrato e firmato dal soggetto beneficiario finale o da un suo incaricato
    2. oppure il doppio della spesa salariale annua (compresi gli oneri sociali e il costo del personale che lavora nel sito dell’impresa ma che figura formalmente nel libro paga dei subcontraenti) per il 2019. Nel caso di imprese costituite a partire dal 1° gennaio 2019, l’importo massimo del finanziamento non può superare i costi salariali previsti per i primi due anni di attività
  • Durata massima complessiva 72 mesi con eventuale preammortamento di max 12 mesi
  • Garanzia Fondo Centrale pari al 90% (gratuita)

DOCUMENTAZIONE MINIMA DA PRODURRE



Imprese clienti BPA con un fatturato maggiore di euro 3.200.000, comprese le mid cap con un numero di dipendenti non superiore a 499

CARATTERISTICHE DEI FINANZIAMENTI

  • Finanziamento massimo euro 5 mln. ed in ogni caso non superiore al minore dei seguenti parametri:
    a. il doppio della spesa salariale per il 2019 o ultimo anno disponibile
    b. 25% del fatturato 2019
    c. il fabbisogno (autocertificato) per costi di capitale d'esercizio e per costi di investimento per i successivi 18 mesi in caso di PMI o per i successivi 12 mesi in caso di imprese con n° di dipendenti < 499
    Per quanto attiene il punto b) esso è rilevabile da:
    • Bilancio 2019 depositato in CCIAA
    • Dichiarazione dei redditi trasmessa all'Agenzia delle Entrate, ovvero, qualora i precedenti non fossero ancora disponibili
    • Bilancio 2019 approvato ma non ancora depositato in CCIAA
    • Dichiarazione dei redditi con dichiarazione di impegno alla trasmissione da parte del soggetto a cui è stato conferito l'incarico per la predisposizione della dichiarazione, ma non ancora trasmessa all'Agenzia delle Entrate;
    • Prospetto contabile timbrato e firmato dal soggetto beneficiario finale o da un suo incaricato
  • Durata massima complessiva 72 mesi con eventuale preammortamento di max 12 mesi
  • Garanzia Fondo Centrale pari al 90% (gratuita)

DOCUMENTAZIONE MINIMA DA PRODURRE

  • Richiesta di garanzia (all. 4)
  • Copia documento di riconoscimento del sottoscrittore della richiesta
  • Bilancio o Dichiarazione dei redditi 2019 come indicato nella colonna di fianco
  • Bilancio 2018 (comprensivo di nota integrativa e verbale di approvazione) o Dichiarazione dei redditi con ricevuta di deposito
  • Bilancio provvisorio alla data più recente possibile
  • Modulo banca di richiesta affidamento


N.B. Essendo la normativa in continua evoluzione la documentazione sopraindicata potrebbe necessitare di integrazione.

COME PRESENTARE LA DOCUMENTAZIONE IN BANCA (ALTERNATIVAMENTE):

  • Tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo: bpafidi@pec.bancapatrimoni.it
  • Recandosi fisicamente in Succursale
  • Consegnandola al proprio Private Banker di riferimento

TEMPISTICHE E MODALITÀ DI RISCONTRO

La Banca si impegna ad esaminare la richiesta e la documentazione presentata avviando tempestivamente l'attività di istruttoria e di inserimento della richiesta sul portale del Fondo di garanzia; qualora fosse riscontrata una carenza o incompletezza documentale viene fornito riscontro, per il tramite della Succursale o Banker di riferimento, entro massimo 3 giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta.
Entro massimo 2 giorni lavorativi dalla comunicazione di ammissione dell'operazione alla garanzia del Fondo Centrale, la Succursale o Banker di riferimento contatta il cliente per fissare l'appuntamento per il perfezionamento ed erogazione del finanziamento.


FAQ E INFORMAZIONI ULTERIORI

Per maggiori informazioni visitare:

Per maggiori informazioni sulla Centrale Rischi visitare il sito di Banca d'Italia.



Moratoria Banca ordinaria

Indipendentemente dall'attuale emergenza, la Banca è sempre disponibile a valutare richieste di moratoria totale (sospensione rata) o parziale (sospensione solo quota capitale) delle rate di mutui o finanziamenti in essere e per un periodo superiore al 30 settembre 2020 previsto dall'art 56 del DL n. 18 del 17/03/2020, per i clienti che dichiarano di attraversare, a vario titolo, uno stato oggettivo di difficoltà economica.


DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE PER ACCEDERE ALLA MISURA


COME PRESENTARLA IN BANCA (ALTERNATIVAMENTE)

  • Recandosi fisicamente in Succursale
  • Consegnandola al proprio Private Banker di riferimento

TEMPISTICHE E MODALITÀ DI RISCONTRO

La Banca si impegna ad analizzare la richiesta secondo l'ordinaria tempistica di valutazione e a fornire, per il tramite della Succursale o Banker di riferimento, riscontro sull'esito. In caso di accoglimento, quale ultimo adempimento, viene recapitato l'accordo di sospensione per la formalizzazione dell'operazione.Il prolungarsi del piano di ammortamento determina, naturalmente, l'applicazione di interessi, al saggio contrattualmente convenuto e sulla sola quota capitale residua, per un periodo più lungo rispetto a quello originariamente contrattualizzato.



I fogli informativi di trasparenza dei finanziamenti sono disponibili presso le nostre succursali.
Per ulteriori informazioni rivolgersi al proprio Private Banker o alla Succursale di riferimento.